E-NEGOZI SCEGLIE STRIPE

Stripe è un fornitore di servizi di pagamento online: PSP (Payment Service Provider).

stripe-logo-e-negozi

Dopo un’attenta analisi ed una fase approfondita di testing, E-negozi ha scelto Stripe per veicolare i pagamenti online. Il sistema è conforme alle specifiche su cui si fonda la struttura stessa di E-negozi.

  • E-negozi utilizza il componente Stripe Connect, pertanto non riceve né gestisce pagamenti che sono dovuti dai Clienti ai Venditori in questo senso E-negozi non è un “fornitore di servizi di pagamento regolamentato”.
  • E-negozi tramite Stripe, è conforme alla direttiva europea PSD2: procedure di autenticazione forte dei pagamenti online con carta. Tali direttive sono entrate in vigore a settembre 2019, la loro adozione è stata prorogata  con scadenza a dicembre 2020 dalla Banca d’Italia.
  • Connect prevede che il Venditore crei un account indipendente con gestione autonoma del proprio conto online.
  • L’adozione del sistema Split Payment, consente di suddividere il pagamento dell’ordine all’origine, con relativo accredito tra commissione piattaforma e importo della vendita, determinando l’assenza di qualsiasi intervento da parte di E-negozi nella gestione del pagamento.
  • Stripe supporta decine di modalità di pagamento locali utilizzate in tutto il mondo, tra cui Direct Debits, Ideal, Bancontact, Sofort, Sepa, Giropay, Alipay, Wechat Pay.
  • Lo standard 3D Secure, spesso noto con i suoi nomi di marca come Visa Secure, Mastercard Identity Check o American Express SafeKey, mira a ridurre le frodi e fornire maggiore sicurezza ai pagamenti online. A partire dalla fine del 2019, le banche dovrebbero iniziare gradualmente a supportare una nuova versione di 3D Secure.
  • Stripe utilizza il componente Radar – 3DSecure, che è fornito con la sola prima regola attivata di default. Una volta attivate le altre due regole disponibili entrerà in gioco la “liability shift”, ossia se un pagamento passato attraverso le regole del 3D Secure dovesse essere contestato, la responsabilità passa alla banca. (link gestione contestazioni: https://stripe.com/docs/disputeshttps://stripe.com/docs/radar/rules#3d-securehttps://stripe.com/docs/disputes/connect).
  • Il caso tipico di contestazione del pagamento è chiamato “Chargeback”, si verifica quando il Consumatore Finale mette in dubbio il pagamento con la propria emittente della carta, quest’ultima crea una “controversia formale” bloccando immediatamente il pagamento. L’importo pagato, maggiorato di 15,00 € di commissione Stripe per disputa separata, sono detratti dal saldo del conto. Ciò può accadere in mancanza dell’attivazione del componente Radar – 3D Secure.
  • La commissione Stripe sulle transazioni è di 1,4% + 0,25 centesimi di euro (link tariffe: https://stripe.com/it/pricing).
  • L’utilizzo del componente Connect è gratuito, mentre il componente Radar è gratuito solo per gli account Stripe di tipo Standard.